Paola Tufigno

È difficile abbandonare qualcuno che sai in difficoltà e per il quale sei diventata un punto di riferimento! Nel 2011 ho avuto in tutela, per delega dall’Associazione La Voce del Bambino, un ragazzo che aveva da poco compiuto i 15 anni. L’ho seguito non solo fino al compimento della maggiore età ma anche dopo, considerata la sua storia assai complessa e problematica (è difficile abbandonare qualcuno che sai in difficoltà e per il quale sei diventata un punto di riferimento!).
L’ho accompagnato nei vari spostamenti da una comunità all’altra, nel percorso di rieducazione dalla tossicodipendenza presso il SERT a Milano, nel periodo in cui è stato recluso al carcere,nel ricovero ospedaliero presso l’ospedale di Milano e nei vari passaggi nei pronto soccorso,uffici di polizia ecc. in cui si è venuto a trovare.
Non è stato facile seguirlo, ma è stata un’esperienza significativa per tutto quello che ho imparato, per i rapporti con le strutture, coi loro operatori: educatori, assistenti sociali, medici ma particolarmente per la relazione che si è creata – pur sapendo che c’è anche un aspetto”utilitaristico”- da parte del fanciullo che mi è stato affidato.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial